Cook, la guida autonoma elemento fondamentale per un'auto a marchio Apple

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

Dopo il valzer di indiscrezioni di inizio anno secondo le quali Apple avrebbe avviato colloqui con Hyundai e Kia per realizzare un'auto elettrica a guida autonoma, in seguito rinnegate dal Gruppo coreano, il CEO del gigante di Cupertino Tim Cook ha fatto chiarezza sul futuro di Apple nell'industria automobilistica. Anche senza rivelare i dettagli del progetto ha però confermato che l'azienda sta lavorando a "qualcosa" nel settore auto. In un recente scambio con una reporter del New York Times sul podcast Sway, Cook ha spiegato come sia ovvio che se Apple avesse intenzione di sviluppare un veicolo l'attenzione sarebbe concentrata sull'autonomia e sulle funzioni di assistenza alla guida piuttosto che sulla costruzione di un'altra auto.

" Dopotutto passare da produttore di elettronica a Casa automobilistica è un grande balzo in avanti: perché farlo a meno che non ci sia un'offerta software capace di rendere il veicolo più attraente di un'opzione collaudata già sulla strada? Ci piace integrare hardware, software e servizi e trovare i punti di intersezione tra questi, perché pensiamo che sia lì che si verifica la magia. È questo ciò che amiamo fare, e ci piace possedere la tecnologia principale che sta attorno» ha spiegato Cook. Continuando: «La guida autonoma è la tecnologia fondamentale a mio avviso. Se fai un passo indietro un'auto autonoma è a tutti gli effetti un robot un robot. E ci sono molte cose che puoi fare con un robot. Vedremo cosa farà Apple". Dalle parole di Cook è chiaro come la posizione di Apple sia quella di porre l'automazione del veicolo al centro del progetto. Questo potrebbe spiegare perché l'azienda stia utilizzando una Lexus RX450h come "muletto" di prova: vede il veicolo come hardware e l'architettura software come il suo "ingrediente aggiunto".

Le indiscrezioni indicano come Apple stia tentando di incorporare LiDAR nel progetto; nel corso dell'intervista Cook non ha ovviamente confermato, mantenendo il consueto stretto riserbo sui nuovi progetti dell'azienda. Ma stimolando una serie di incertezze sui potenziali tempi di lancio del veicolo - spiegando che Tesla non è ancora in grado di far funzionare l'autonomia di livello 5 nonostante sia nel settore ADAS dal 2014 - ha lasciato intendere che il controllo della guida autonoma del veicolo sarà cruciale per il successo del progetto, più dell'hardware. In pratica non è quindi ancora deciso se nascerà un'auto a marchio Apple o meno, tuttavia è chiaro come Apple abbia lavorato su "qualcosa" nel settore auto e in ogni caso ci vorrà ancora molto tempo prima che un prodotto sia pronto per il lancio.