Cooperazione: accordo tra Onu e Nato stability policing centre of excellence a guida italiana

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 23 apr. (Adnkronos) – Il generale di divisione della polizia portoghese Luìs Carrilho, police adviser dell’Onu, e il colonnello dei carabinieri Giuseppe De Magistris, Direttore del Nato Stability Policing Centre of Excellence (Nspcoe) di stanza a Vicenza, hanno firmato un accordo volto ad avviare una cooperazione strutturata nel settore della polizia di stabilità fra le due organizzazioni internazionali.

L’accordo, primo e unico del genere al momento fra l’Onu e i 28 centri d’eccellenza della Nato, ha lo scopo di stabilire i principi generali della collaborazione fra la police division del Dipartimento per le Operazioni di Pace delle Nazioni Unite e l’Nspcoe in materia di sviluppo dottrinale, addestramento e pianificazione operativa delle operazioni di pace, per facilitare lo scambio di esperienze, migliori pratiche e lezioni apprese, nonché promuovere il supporto reciproco.

Tra le altre attività, i due ufficiali hanno concordato di condurre missioni congiunte per svolgere analisi e raccolta d’informazioni sulle missioni internazionali di polizia svolte nei cosiddetti paesi fragili, ideare e designare congiuntamente programmi addestrativi, esercitazioni e corsi, allo scopo di migliorare le capacità professionali del rispettivo personale e al contempo migliorare l’interoperabilità fra i reparti di polizia di stabilità della Nato e dell’Onu.

L’Nspcoe è una struttura militare multinazionale guidata dall’Arma dei Carabinieri. Essa vede la partecipazione di ulteriori otto Paesi (Repubblica Ceca, Francia, Grecia, Polonia, Romania, Spagna, Paesi Bassi e Turchia). La polizia di stabilità è una delle funzioni chiave delle operazioni dell’Alleanza Atlantica, finalizzata al rafforzamento o alla sostituzione delle forze di polizia del Paese ospitante che non siano in grado di svolgere compiti di mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica, per garantire il rispetto della legge e dei diritti umani, nonché la protezione dei civili e dei più vulnerabili e il corretto operare delle istituzioni locali.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli