Coordinamento democrazia costituzionale: errore taglio parlamentari

Pol/Bac

Roma, 5 ott. (askanews) - "Questo taglio dei parlamentari è un errore. Sappiamo che la riduzione dei parlamentari è un impegno dell'accordo di governo, ma il testo già votato dalla precedente maggioranza, respinto da una parte di quella attuale, non è migliorato solo per questo". E' quanto si legge in una nota del Coordinamento per la democrazia costituzionale, presieduto da Massimo Villone.

"Il testo di questa legge costituzionale - si afferma - nasce da un'iniziativa che punta al taglio dei parlamentari essenzialmente per risparmiare e in realtà scarica sul parlamento tutte le responsabilità degli innegabili difetti di funzionamento del sistema democratico italiano, sottovalutando che nella nostra Costituzione il parlamento ha un ruolo fondamentale, pena la crisi del sistema istituzionale che caratterizza la nostra democrazia. Questa legge dovrebbe essere respinta e i parlamentari dovrebbero usare la loro autonomia nel voto, garantita dalla Costituzione, per votare contro Non è stato possibile discutere di alternative a questa scelta".

(Segue)