Cop26 Glasgow, Greenpeace un passo avanti, ma che delusione

·1 minuto per la lettura
featured 1539095
featured 1539095

Roma, 14 nov. (askanews) – Le ONG presenti alla conferenza sul clima di Glasgow ammettono

che la dichiarazione finale segna qualche passo avanti, ma sottolineano la grande delusione che provano.

Jennifer Morgan, direttrice esecutiva Greenpeace, spiega: “E’ un testo debole ma almeno manda un segnale sulla fine dell’Era del Carbone. Questa è una buona cosa ma non basta per la nostra

epoca. L’obbiettivo degli 1,5 gradi resta appena all’orizzonte. Ma non credo che i giovani del mondo accetteranno un’altra Cop come questa. Penso che si sentano delusi, traditi dai loro leader. Penso che i

giovani si aspettassero che i leader venissero qui ad ascoltare loro e non l’industria dei carburanti fossili. Penso che le nazioni più vulnerabili si aspettassero che ci fosse molto di più

sul “loss&damage” per prendersi cura di loro quando perdono le loro case, da parte dei paesi ricchi”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli