Cop26, Johnson interviene in chiusura. Raggiunto accordo sulla deforestazione

·2 minuto per la lettura
Cop26 chiusura
Cop26 chiusura

Questi ultimi giorni sono stati segnati da un grande “tour de force”. Dopo il G20 di Roma, i grandi del pianeta si sono ritrovati a Glasgow in occasione del Cop26 dove è stato fatto ancora una volta il punto sull’emergenza climatica che in questi ultimi decenni sta mettendo in ginocchio il pianeta. Durante questi due giorni di lavoro è stato raggiunto un accordo importante: la deforestazione dovrà essere completamente fermata entro il 2030. “Abbiamo fatto molto, ma abbiamo ancora molto da fare”, sono le parole del Presidente statunitense Joe Biden in chiusura.

Cop26 chiusura, Biden: “Tutti devono contribuire”

Il Presidente degli USA Joe Biden nel corso del suo intervento in chiusura ha messo in evidenza come sia importante che tutti contribuiscano affinché vengano rispettati gli obiettivi climatici prefissati: “Dobbiamo accelerare e concentrarci sulle infrastrutture, anche quelle petrolifere, in modo che siano più sicure, e investire nell’eolico e nel solare”. Ha quindi aggiunto: “Gli Usa rispetteranno gli obiettivi fissati per la lotta ai cambiamenti climatici perché vogliono respirare”.

Cop26 chiusura, Boris Johnson: “Sono ottimista, ma niente entusiasmi”

Il Premier Boris Johnson, intervenuto in qualità di “padrone di casa”, ha dichiarato di essere ottimista. Ciò non gli ha impedito, al contempo, di frenare ogni entusiasmo ribadendo come il lavoro da fare rimanga comunque molto.

Nel frattempo da parte della Presidente della Commissione Europea Ursula Von der Leyen è stato annunciato, in collaborazione con la Microsoft di Bill Gates, il programma “Eu Catalyst Partnership” che andrà ad operare attivamente nella realizzazione di tecnologie per il clima. Il fondatore di Amazon Jeff Bezos ha invece affermato che verranno donati 2 miliardi di dollari al fine di dare una nuova vita a tutte quelle aree devastate e danneggiate. “Noi dobbiamo conservare ciò che abbiamo, dobbiamo ripristinare ciò che abbiamo perduto e dobbiamo far crescere ciò di cui abbiamo bisogno senza degradare il pianeta a danno delle generazioni che verranno”, ha affermato.

Cop26 chiusura, il Papa: “Ferite portate da pandemia e cambiamento climatico sono paragonabili e conflitto globale”

Infine Papa Francesco, attraverso un messaggio inviato ai leader del Cop26, ha lanciato un appello chiedendo che venga fatto qualcosa senza aspettare: “Purtroppo dobbiamo constatare amaramente come siamo lontani dal raggiungere gli obiettivi desiderati per contrastare il cambiamento climatico. Va detto con onestà: non ce lo possiamo permettere!”

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli