Cop26, Johnson: sul clima il mondo è a un minuto dalla mezzanotte

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 1 nov. (askanews) - Il mondo è a "un minuto dalla mezzanotte" nell'orologio della lotta al cambiamento climatico, dopo avere esaurito quasi tutto il tempo nell'attesa, senza fare nulla. Lo ha detto il premier britannico Boris Johnson, che da ieri e fino a 12 novembre ospita a Glasgow, in Scozia, la conferenza Onu Cop 26 dedicata alla lotta al cambiamento climatico, in un'intervista alla Bbc. Johnson ha detto che i leader del mondo devono passare "dalle aspirazioni alle azioni" e che il vertice è un momento "critico" il cui successo è "appeso a un filo". Johnson ha anche confermato per la prima volta di non essere favorevole al controverso progetto di aprire di una miniera di carbone nella regione inglese della Cumbria. "Non sono a favore di altro carbone, - ha detto - ma non è una mia decisione, dipende dalle autorità di pianificazione". Persuadere i governi a non utilizzare più il carbone è uno degli obiettivi che la presidenza britannica della Cop26 si è posta. Ieri i paesi del G20 hanno concordato di non investire più in carbone all'estero.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli