Cop26, oggi oltre 40 Paesi firmano per “la fine del carbone”

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 4 nov. (askanews) - Alla Cop26 di Glasgow oltre 40 paesi si impegnano ad abbandonare il carbone e tra questi figurano grandi consumatori come Polonia, Vietnam e Cile, ma non ci sono Australia, India, Cina e Stati Uniti tra quanti hanno sottoscritto l'impegno, che verrà firmato ufficialmente oggi.

Il governo del Regno Unito ha confermato l'accordo sulla rinuncia al carbone, impegnandosi a porre fine a tutti gli investimenti in nuova produzione di energia da carbone a livello nazionale e internazionale. Hanno anche deciso che le principali economie dovranno eliminare gradualmente l'energia a carbone nel corso del prossimo decennio, mentre i Paesi più poveri lo faranno negli 'anni Quaranta' del secolo in corso.

Anche decine di organizzazioni hanno sottoscritto l'impegno, con diverse grandi banche che hanno accettato di interrompere il finanziamento dell'industria del carbone.

"La fine del carbone è in vista", ha affermato il segretario per gli affari e l'energia del Regno Unito Kwasi Kwarteng. "Il mondo si sta muovendo nella giusta direzione".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli