Cop26, stop deforestazione entro 2030. Firmano anche Bolsonaro, Putin e Xi

·1 minuto per la lettura
Mark Fox Photography (Photo: Mark Fox via Getty Images)
Mark Fox Photography (Photo: Mark Fox via Getty Images)

I leader mondiali riuniti alla Cop26 sigleranno una dichiarazione nella quale si impegnano a porre fine alla deforestazione entro il 2030 con un impegno da 19,2 miliardi di dollari. Lo rivela la stampa britannica anticipando, secondo quanto riferito da Downing Street, la dichiarazione di Boris Johnson in proposito. “Questi grandi ecosistemi brulicanti, queste cattedrali della natura, sono i polmoni del nostro pianeta”, le parole del premier britannico. Tra i firmatari della ’Dichiarazione di Glasgow sulle foreste e la terra” anche Jair Bolsonaro, Xi Jinping e Vladimir Putin.

I paesi che firmeranno l’intesa - tra i quali Brasile, Russia, Cina, Indonesia e Repubblica Democratica del Congo - coprono circa l′85% delle foreste mondiali.
Alcuni dei fondi andranno ai paesi in via di sviluppo per ripristinare i terreni danneggiati, affrontare la piaga degli incendi boschivi e sostenere le comunità indigene.

I governi di 28 paesi si impegneranno anche a rimuovere la deforestazione dal commercio globale di cibo e altri prodotti agricoli come l’olio di palma, la soia e il cacao. Queste sono tra le industrie che contribuiscono di più all’abbattimento degli alberi. Sarà, inoltre, istituito un fondo da 1,5 miliardi di dollari per proteggere la seconda foresta pluviale tropicale più grande del mondo, nel bacino del Congo.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Leggi anche...

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli