Cop27, UE lancia ultimatum: o accordo soddisfacente o ce ne andiamo

Cop27
Cop27

L’Unione Europea ha scelto la linea dura per le affrontare le trattative che si stanno tenendo in questi giorni alla Cop27 di Sharm el-Sheikh, in Egitto.

Se non verranno raggiunti degli accordi conformi agli obbiettivi europei, i rappresentanti UE sarebbe pronti a ritirarsi dal meeting. Ad annunciarlo è stato il vicepresidente della Commissione Europea, Frans Timmermans, che ha parlato nella mattinata di sabato 19 novembre di fronte alla stampa.

Cop27, le dichiarazioni dell’Unione Europea

L’Unione Europea non sarebbe pienamente soddisfatta dei risarcimenti proposti finora per i danni causati dal cambiamento climatico. Se non arriverà presto a un’intesa, l’Unione  Europea è disposta a lasciare la Cop27 senza alcun accordo.

È meglio nessun accordo che nessun accordo“, ha infatti sentenziato il vicepresindete della commissione.

Cop27, a cosa punta l’Unione Europea

L’obbiettivo dell’Unione Europea è la creazione di un fondo a cui partecipino un gran numero di donatori. Inoltre, quest’ultimo deve avere tra le condizioni che la soglia massima del riscaldamento globale rimanga di 1,5 gradi.

Unione Europea alla Cop27: bocciata proposta egiziana

L’Unione Europea avrebbe messo il veto anche su una proposta egiziana. Il problema sarebbero i piani suggeriti dall’Egitto sulla diminuzione dell’emissioni di carbonio. Piani che, secondo l’UE, sarebbero troppo blandi rispetto agli obiettivi che ci si sta dando.

A dare delucidazioni a riguardo è stato un funzionario francese del dicastero per la transizione energetica. “In questa fase, la presidenza egiziana sta mettendo in discussione i risultati ottenuti a Glasgow sulla riduzione delle emissioni“, ha spiegato. “Questo è inaccettabile per la Francia e per i paesi dell’Unione Europea“.