Copasir: Alternativa C'è, 'escludere opposizione grave atto eversivo'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 9 giu. (Adnkronos) – “Stiamo assistendo a una conclamata violazione della legge col benestare dei presidenti Fico e Casellati. Estromettere le forze di opposizione dal Copasir è un atto eversivo che mina la vita democratica della Repubblica”. Così in una nota i parlamentari de L’Alternativa C’È in merito al mancato rinnovo del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica.

“La legge che regola i Servizi (legge 124/2007) parla chiaro: i membri del Copasir – sottolineano i parlamentari – devono essere nominati dai presidenti delle Camere ‘garantendo comunque la rappresentanza paritaria della maggioranza e delle opposizioni’. Oggi, invece, 9 membri su 10 appartengono alla maggioranza di governo e solo una forza di opposizione vi è rappresentata”.

“Non è un caso – prosegue la nota – che nelle funzioni di controllo sui Servizi la legge attribuisca un ruolo importante alle opposizioni. È elemento essenziale e imprescindibile a garanzia della vita democratica. Qui invece ci troviamo nel paradosso che l’organo controllore è di fatto controllato. Quale controllo sui Servizi ci può essere – si chiedono i parlamentari – se la maggioranza di governo controlla lei stessa il Copasir?”.