Copasir: Mattarella, dietro il silenzio il rispetto delle prerogative istituzionali

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 13 apr. (Adnkronos) – Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, segue naturalmente con attenzione l'evolversi delle vicende che in queste settimane stanno investendo il Copasir, con Fratelli d'Italia che continua a rivendicarne la presidenza. Tuttavia il Capo dello Stato non intende rompere il riserbo che ha fin qui mantenuto rispetto alla questione, nonostante non manchi chi ne chieda una presa di posizione pubblica, da ultimo proprio la leader di Fdi, Giorgia Meloni, che ieri non ha nascosto di essere "un po' colpita del fatto che il Presidente della Repubblica, su questo fatto, abbia ritenuto di non dire una parola".

Affermazioni alle quali il Quirinale non intende replicare, ma chi conosce bene Mattarella e osserva la linea seguita in questi sei anni di mandato sa quanto il Capo dello Stato abbia a cuore il buon funzionamento delle Istituzioni, soprattutto in vicende che, come in questo caso, coinvolgono la sicurezza del Paese.

Una considerazione che tuttavia non può essere disgiunta dalla regola che ha sempre orientato l'attività del Presidente della Repubblica e che ha ricordato in più occasioni, vale a dire la difesa delle proprie prerogative e il rispetto di quelle degli altri organi istituzionali, proprio per salvaguardare l'equilibrio tra competenze e poteri.