Coperta da record cucita durante il lockdown

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Le "Vip" in fase di realizzazione della coperta da record (Facebook)
Le "Vip" in fase di realizzazione della coperta da record (Facebook)

Centoquindici metri quadrati di coperta per abbracciare idealmente tutte le persone che hanno sofferto la solitudine, l'isolamento o la malattia durante i mesi del lockdown per l'emergenza sanitaria. L'opera da record è stata realizzata dalle nonne trentine delle Vip (Vispe in pensione) di Tuenno.

VIDEO - Coronavirus, come allestire un campo d'emergenza

E' bastato un giro di telefonate tra le dieci signore del paese trentino ed è partito il progetto, chiamato "Il filo che ci unisce". Le Vip hanno lanciato l'invito attraverso i social e così in tantissime case si è tornati a lavorare a maglia.

"In breve tempo siamo state sommerse da foto, incoraggiamenti e ringraziamenti", raccontano le protagoniste. "Questo filo ci ha unito e ci ha fatto compagnia, consentendoci di affrontare con spirito diverso le settimane della segregazione", sono le parole delle Vip, che hanno condiviso le immagini dei loro lavori su Facebook e in chat.

Quindi il progetto è di fatto esploso: man mano che passavano i giorni e le settimane la comunità si è ampliata raggiungendo anche le valli del Trentino più lontane.

La grande coperta colorata, del peso di due quintali, sarà esposta sabato alle 18 in piazza a Tuenno, anche grazie all'aiuto dei vigili del fuoco e degli alpini.

VIDEO - Nature, i cinque misteri del virus