Coppa del Mondo Paralimpica, tre azzurri sul podio a Eger

ROMA (ITALPRESS) – Grande Italia nella seconda giornata della Coppa del Mondo Paralimpica di Eger con tre podi di valore, che confermano la condizione della delegazione azzurra: secondo posto di Emanuele Lambertini e terzo di Matteo Betti nel fioretto cat. A e seconda anche Rossana Pasquino nella sciabola cat. B.
Torna sul podio un super Emanuele Lambertini che, dopo il secondo posto di ieri nella spada, oggi ha conquistato lo stesso risultato anche nel fioretto. La gara dell’azzurro è iniziata nei 32 con la vittoria 15-5 sul francese Enzo Giorgi, poi ha sconfitto l’iracheno Zainulabdeen Al-Madhkhoori 15-6 e l’ucraino Andrii Demchuk 15-10. In semifinale il classe 1999 delle Fiamme Oro ha affrontato il derby italiano con Matteo Betti: il portacolori delle Fiamme Azzurre è partito fortissimo, portandosi avanti fino al 7-1, ma Lambertini non si è dato per vinto e ha iniziato una incredibile rimonta fino al 15-13 con cui si è aggiudicato il passaggio in finale. Qui un assalto serrato con l’argento olimpico Richard Osvath, che alla fine l’ha spuntata 15-12. Sul podio anche Matteo Betti, che ha centrato la terza posizione.
Il senese ha battuto 15-2 il brasiliano Alex Sandro Souza, 15-10 l’ucraino Oleksii Zakusylov e 15-8 il turco Hakan Akkaya, prima della sconfitta in semifinale contro il connazionale Lambertini.
Nella sciabola femminile cat. B secondo posto di Rossana Pasquino, che in questa prova non scende dal podio dal 2019. L’azzurra, seconda nel ranking mondiale, è entrata in gara direttamente nel tabellone dei 16 e qui ha superato 15-8 la francese Cecile Demaude. Ai quarti ha vinto 15-12 contro la greca Georgia Kaltsi e così ha avuto accesso alla semifinale, dove ha battuto agilmente 15-6 la polacca Jadwiga Pacek. In finale per Pasquino è poi arrivata la sconfitta contro l’ucraina Olena Fedota-Isaieva, seconda ieri nella spada, che si è imposta 15-13. Per la beneventana delle Fiamme Oro un secondo posto di spessore, che conferma il suo rendimento anche all’esordio della nuova stagione. Nella stessa prova l’altra azzurra Julia Anna Markowska è uscita nel tabellone dei 32, piazzandosi diciottesima.
Settimo posto di Andreea Mogos nella sciabola femminile cat. A: la torinese delle Fiamme Oro nei 32 si era imposta 15-2 sull’inglese Susanne Seddon-Cowell e poi aveva avuto la meglio nel derby azzurro contro Sofia Brunati per 15-8. Ai quarti la sconfitta 15-11 contro Gemma Collis ha escluso la portacolori italiana dalla corsa al podio. Tra le altre azzurre sedicesimo posto di Sofia Brunati, diciannovesimo di Loredana Trigilia e ventiquattresimo di Veronica Martini.
Nella spada maschile cat. B out nei 32 entrambi gli azzurri in gara: Gianmarco Paolucci è stato battuto 15-10 dal coreano Dong Hun Kim, Michele Massa è stato superato 15-11 dal francese Marc Andre Cratere. Domani sono in programma le gare di fioretto femminile cat. A e B e sciabola maschile cat. A e B.
– Foto ufficio stampa Federscherma –
(ITALPRESS).