Coppa Italia, Benevento ko: Inzaghi si sfoga

·1 minuto per la lettura

E' un Pippo Inzaghi durissimo quello che parla ai microfoni di 'Ottochannel' dopo l'eliminazione dei sanniti dalla Coppa Italia per mano dell'Empoli, vincitore per 4-2 al 'Vigorito'. "Oggi c'è poco da dire, probabilmente non ho fatto capire bene l'importanza di questa gara - le parole del tecnico piacentino -. Se non si è al 100% si rischiano di fare brutte figure. Forse i troppi complimenti ci hanno dato alla testa, dobbiamo tornare sulla terra e pensare subito al match di lunedì". "Quando non ci sei con la giusta cattiveria accade questo - ha poi aggiunto Inzaghi -. Da una giornata così si può solo migliorare. Penso che gli elogi ci abbiano fatto perdere il senso della realtà. Il calcio è questo. L'Empoli è un'ottima squadra e l'abbiamo visto. Rimbocchiamoci le maniche e pensiamo a ripartire dal Verona". L'ex bomber di Milan e Nazionale ha comunque trovato un aspetto positivo nel match, il ritorno in campo di Nicolas Viola: "Teniamoci il primo tempo di Viola che mancava da otto mesi. Volevo vederlo e sbloccarlo. Sicuramente il miglior Viola lo vedremo dopo la sosta: adesso lo faremo allenare e presto troverà la migliore condizione".