Coppa Italia, il Milan non ci sta: "Scelta discutibile"

Se la data per la ripresa della Serie A ha messo tutti d'accordo, per la Coppa Italia il discorso è ben diverso: poco dopo l'ufficializzazione delle date scelte per concludere il torneo (semifinali di ritorno fra il 13 e il 14 giugno, finalissima il 17) il presidente del Milan, Paolo Scaroni, ha manifestato il suo dissenso.

Intervistato dall'Ansa, Scaroni ha infatti dichiarato: “Comprendiamo l’importanza di far assistere a partite di qualità gli sportivi, dopo mesi di stop per il lockdown. Ma dal punto di vista del profilo sportivo, troviamo discutibile che un trofeo importante come la Coppa Italia venga assegnato con due partite in tre giorni, con le squadre reduci da tre mesi di stop forzato”.

Il Milan, semifinalista, affronterà la Juventus dopo l'1-1 di San Siro dello scorso 13 febbraio. L'altra semifinale si giocherà invece tra Napoli e Inter: all'andata, giocata il 12 febbraio anche in quel caso al Meazza, finì 1-0 per i partenopei.