Coppa Italia, Pirlo "Finale obiettivo da centrare a ogni costo"

Redazione
·2 minuto per la lettura

TORINO (ITALPRESS) - "La Juventus dovrà giocare da Juve un secondo round di una grande sfida che ci darà la possibilità di andare in finale, un obiettivo da centrare a ogni costo. Quindi sarà una partita dura e difficile, una battaglia, però siamo pronti per affrontarla al meglio". Così il tecnico della Juventus, Andrea Pirlo, alla vigilia della semifinale di ritorno della Coppa Italia contro l'Inter. "Bisogna partire con l'atteggiamento di essere alla pari, si parte da zero a zero perché non possiamo rimanere alla vittoria dell'andata - spiega il tecnico bianconero a Juve Tv - Si è azzerato tutto, è come se fosse una finale, quindi dovremo essere una squadra aggressiva, che sa quel che vuole. Dovremo essere ben concentrati perchè l'obiettivo è troppo importante per lasciarcelo scappare". Circa la doti dell'Inter, Pirlo sottolinea che "è una squadra molto organizzata, conosciamo molto bene l'allenatore (Conte, ndr) e hanno giocatori molto forti. Hanno recuperato sia Lukaku che Hakimi, fondamentali per il loro sviluppo di gioco. Dovremo stare molto attenti". La Juve è un po' stanca per le tante partite ma è pronta ad un'altra sfida di prestigio: "Il gruppo sta bene, a parte qualche acciacco da valutare di giorno in giorno. Tornerà Buffon in porta e Kulusevski giocherà dal primo minuto. L'aspetto che mi rassicura di più? E' quello mentale: siamo positivi, crediamo in ciò che facciamo e questo è un bel punto di partenza. Abbiamo degli obiettivi precisi in testa che vogliamo raggiungere, le sconfitte ci hanno convinto che possiamo fare tante cose e grande qualità nel gruppo, 23 titolari che possono giocare qualunque partita". La difesa sembra tornata ai livelli di sempre: "La chiave è che siamo molto più compatti, giochiamo da squadra e corriamo l'uno per l'altro e ci aiutiamo in ogni situazione. E questo ti fa fare risultato, non prendere gol non è merito solo della difesa - conclude Pirlo - ma dell'atteggiamento di tutta la squadra".

(ITALPRESS).

mc/gm/red