Coppia bianca partorisce figlia asiatica, intentata causa alla clinica

genitori-bianchi-figlia-asiatica

Dev’essere stata una vera sorpresa per una coppia bianca del New Jersey trovarsi con una figlia asiatica, tanto da intentare una causa nei confronti della clinica per la fertilità a cui si erano rivolti. La coppia, attualmente divorziata composta da Kristina Koedderich e Drew Wasilewski, ritiene infatti che l’inaspettato evento abbia causato la fine del loro matrimonio. A quanto risulta, per il concepimento della bambina sarebbe stato utilizzato per errore il seme di un donatore sconosciuto.

Coppia bianca ha figlia asiatica

Secondo quanto riportato, la coppia ha avuto la figlia nel 2013 dopo essersi affidata alla fecondazione in vitro per il concepimento. Con il passare dei giorni però, ai genitori sembrava che la piccola presentasse tratti somatici tipici delle popolazioni asiatiche. Un atroce dubbio che si è concretizzato due anni dopo, quando tramite il test del Dna il signor Wasilewski ha scoperto che vi era lo zero percento di probabilità che lui fosse il padre biologico.

Un errore della clinica quindi, che avrebbe utilizzato senza volerlo il seme di un donatore sconosciuto. A questo punto però il signor Wasilewski teme che vi sia stato un vero e proprio scambio di persona, e che la sua donazione sia stata utilizzata per la fecondazione in vitro di un’altra coppia.

La causa alla clinica

Come riportato dal quotidiano britannico The Sun, la coppia ha in seguito intentato una causa alla clinica per la fertilità, sostenendo come l’errore abbia scatenato una crisi nel loro matrimonio tanto da portarli al divorzio. La coppia pretende ora dalla clinica dei chiarimenti, oltre ad un risarcimento danni. Al momento, un giudice ha infatti chiesto ed ottenuto che venissero rivelati i nominativi dei donatori rivoltisi alla clinica nel periodo in cui la coppia ha ricevuto il trattamento di fecondazione in vitro. Solo così si potrà forse scoprire chi è il vero padre della piccola.