Coraggio Italia punta su partita Colle, in vista new entry per gruppo

·2 minuto per la lettura

'Coraggio Italia' si prepara alla 'battaglia del Colle'. Determinata a far valere il suo peso politico per il 'dopo Mattarella' con gli attuali 33 voti, prova intanto a rafforzarsi ancora di più, sia alla Camera che al Senato. Secondo le ultime indiscrezioni raccolte dall'Adnkronos nelle prossime settimane (c'è chi scommette già nei prossimi giorni), potrebbero arrivare delle new entry. Si vocifera di almeno due 'innesti' a palazzo Madama, che consentirebbero al sindaco di Venezia di costituire un gruppo autonomo anche alla Camera Alta, dove attualmente 'Coraggio Italia' ha sette senatori, tutti della componente 'Cambiamo', che fa riferimento al governatore ligure.

Sarebbero in corso trattative avanzate per raggiungere (e cercare di superare) la fatidica quota 10 prevista dal regolamento per creare una propria 'squadra parlamentare', con una vita politica a sé, sotto la guida di un capogruppo (in questo caso in pole resterebbe Paolo Romani, ex Fi e ora tra i soci fondatore di Ci). Raccontano che vari senatori sono 'attenzionati': i boatos parlano di due esponenti provenienti dal Misto e tre da altri partiti politici. Secondo gli ultimi rumors un nuovo 'acquisto' potrebbe spuntare anche alla Camera. Tutto dipenderà dall'esito delle manovre in corso, che restano 'coperte' per evitare di bruciare i nomi. Altri 'arrivi' significherebbero altri voti per il Colle nelle mani di Brugnaro e Toti, da 'spendere' al momento opportuno, quando cioè la partita del Quirinale entrerà nel vivo.

Pallottoliere alla mano, 'Coraggio Italia' dispone di un 'pacchetto' di 33 voti per l'elezione del presidente della Repubblica così suddiviso: 24 deputati, 7 senatori e 2 delegati regionali (uno è lo stesso Toti, l'altro sarà scelto tra i 16 consiglieri regionali che ha il partito). Numeri che presto, secondo i rumors, potrebbe crescere, se ogni trattativa aperta dovesse andare a buon fine. Del resto, all'ultimo Ufficio di presidenza, quello tenutosi a Roma l'11 novembre scorso, Coraggio Italia ha chiesto chiaramente di essere coinvolto nelle scelte di governo e in quelle del centrodestra, altrimenti ritiene di avere 'mani libere' su tutti i principali temi politici, a cominciare proprio dal voto per il Colle.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli