Cordoglio nel mondo del vino per la scomparsa di Valerio Cescon

(Adnkronos) - Il mondo del vino riunito nel cordoglio per la scomparsa di uno dei padri fondatori del Prosecco. Stefano Zanette, presidente del Consorzio Prosecco DOC ne ha ricordato lo spessore umano e professionale e il contributo determinate allo sviluppo socio-economico del territorio e delle comunità venete: “Oggi siamo tutti più poveri - ha dichiarato il Presidente Zanette - Doven tegner insieme la squadra! questo il suo monito, la sua eredità e la nostra responsabilità, una squadra fatta di oltre 12.000 viticoltori, 1.200 vinificatori e 360 case spumantistiche che spero saprà far tesoro di queste parole”.

Valerio Cescon si è spento improvvisamente a 67 anni, presidente della coop di Fontanelle Vignaioli Veneto Friulani, era stato anche Presidente di Confcooperative di Belluno e Treviso, consigliere di amministrazione del Consorzio del Prosecco Doc e consigliere in Unione Italiana Vini e soprattutto presidente de La Marca, cantina sociale, fondata nel 1968, divenuta tra i gigante del settore.

Anche Coldiretti Treviso si unisce al cordoglio per la prematura perdita nelle parole del presidente Giorgio Polegato: "Valerio è sempre stato un vero punto di riferimento per la viticoltura trevigiana e non solo. Possiamo considerarlo uno dei padri del Prosecco. Lascia un vuoto incolmabile anche nella cooperazione. Si è sempre distinto per la sua innata capacità di interpretare il mercato nazionale ed internazionale con una lungimiranza unica, capace di anticipare le tendenze e i cambiamenti fondamentali del settore e delle scelte dei consumatori. Ha sempre avuto a cuore il mondo agricolo rispettandolo e preservandolo lungo la filiera. Evidenti e indiscusse le sue capacità manageriali dimostrate nella gestione della cantina di secondo grado La Marca".Adnkronos - Vendemmie