Corea: banconote bruciate per paura del Covid

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

Aumenta la paura del Covid-19 in Corea del Sud, dove i cittadini stanno bruciando - letteralmente - grandi quantità di denaro nel tentativo di disinfettare i contanti dopo che alcuni studi hanno divulgato la notizia che il virus può rimanere sulle superfici di carta anche per diverse ore. La Banca Centrale di Corea, secondo quanto riferito da Reuters, che ha riferito di aver ricevuto 1,32 miliardi di won (1,1 milioni di dollari) in banconote bruciate tra i mesi di gennaio e giugno.

VIDEO - Un cameriere robot per mantenere le distanze

“Nella prima metà di quest’anno è stata bruciata una notevole quantità di banconote anche nei forni a microonde”, ha spiegato a Reuters un funzionario della Banca di Corea. Sono state segnalate anche banconote danneggiate dalle lavatrici.