Corea del Nord, Kim Jong-un è morto davvero?

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Kim Jong-un (Photo by Brendan Smialowski / AFP)
Kim Jong-un (Photo by Brendan Smialowski / AFP)

Secondo i media cinesi e giapponesi citati dal sito americano Tmz, il leader nordcoreano Kim Jong-un sarebbe “morto” o “in stato vegetativo a causa di operazione al cuore andata male”.

La notizia non è in realtà nuova: già lo scorso 20 aprile il sito Daily NK, gestito da dissidenti di Seoul, in Corea del Sud, sosteneva che Kim fosse in gravi condizioni dopo un’operazione a cui sarebbe stato sottoposto il 12 aprile a seguito di una crisi cardiaca dovuta a fattori quali “la sua obesità, la sua abitudine di fumare molto e il lavoro”.

VIDEO - Chi è Kim Jong-un

“Kim – scriveva il Daily NK – ha sofferto per un'infiammazione dei vasi sanguigni che ha coinvolto il cuore lo scorso agosto, ma la sua condizione è peggiorata dopo che ha fatto viaggi su e giù sul monte Paektu di recente”. Il monte “ha una pressione atmosferica bassa – si leggeva ancora sul quotidiano – e non è un ambiente da visitare frequentemente se si hanno problemi di pressione o un'infiammazione ai vasi sanguigni”.

VIDEO - Kim si ritrarre in groppa a un cavallo bianco sul Monte Paektu

Il decesso di Kim, comunque, è stato confermato anche dal Daily Mail, che cita il vicedirettore della tv satellitare di Hong Kong HKSTV Shijian Xingzou secondo il quale "fonti molto solide" confermano la morte del leader nordcoreano.