Corea del Nord: non tollereremo le nuove sanzioni Onu

Mos

Roma, 20 set. (askanews) - La Corea del Nord ha definito "illegali" le nuove sanzioni adottate dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni unite in seguito al suo sesto test nucleare e ai suoi lanci missilistici, puntando il dito contro gli Stati uniti.

"Se i test nucleari fossero sbagliati come affermato dagli Usa, gli Usa dovrebbero essere soggetti a sanzioni. Questo perché gli Usa hanno condotto il più gran numerod i test nucleari e sono il primo paese ad aver usato la bomba atomica, ad aver condotto test utilizzando molto denaro", si legge in un commento pubblicato sul giornale ufficiale Rodong Sinmun.

Gli Usa, continua l'editoriale, sono "uno stato canaglia nucleare che meritano la condanna da parte del mondo". Hanno tramato per ottenere la risoluzione Onu con le sanzioni, ma questa risoluzione "non sarà mai tollerata".

Il Rodong sinmun ha precisato che la Corea del Nord continua il lavoro per "consolidare le capacità di attacco qualitativamente e quantitativamente per realizzare un contrattacco nucleare contro gli Usa". E ha chiarito: "L'esercito e il popolo della Repubblica democratica popolare di Corea (Corea del Nord) attendono il momento di mostrare il coraggio della Corea Songun (songun è la dottrina della priorità militare, ndr.) fino all'ultimo respiro e con lo spirito di annichilire i nemici".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità