Corea del Nord, Pyongyang denuncia: "Atti sovversivi"

corea-vietati-rapporti-intimi-adolescenti

La Corea del Nord vieta i rapporti amorosi tra adolescenti. La decisione, senza precedenti, nasce dal fatto che, senza educazione sessuale, i giovani nordcoreani conoscono i rapporti intimi solo attraverso la pornografia di contrabbando, considerata il risultato della decadente influenza capitalistica.

Così, Pyongyang ha stabilito di porre al bando i rapporti intimi tra adolescenti minorenni. Questo divieto è posto come strumento per preservare le fondamenta della società nazionale e combattere il capitalismo. Le autorità della Corea del Nord, che rispondono al regime comunista, minacciano punizioni per i genitori e gli insegnanti che falliranno nel controllare i propri figli e studenti.

In Corea del Nord vietati i rapporti tra adolescenti

Inoltre, come se non bastasse, il Comitato centrale del Partito dei lavoratori ha ordinato alla sua Organizzazione giovanile di ispezionare le scuole e controllare gli smartphone degli studenti per essere sicuri che il divieto verrà rispettato. “Sono atti impuri, immorali e sovversivi”, questo il messaggio che la Corea del Nord manda nei confronti dei rapporti amorosi tra adolescenti.

Inoltre, l’educazione sessuale è severamente vietata nelle scuole, e i giovani si avvicinano alla conoscenza della propria intimità tramite materiale pornografico giapponese, sudcoreano e statunitense. Si tratta di materiale che viene contrabbandato lungo il confine con la Cina. Per esempio, alle adolescenti in Corea del Nord viene insegnato che basta tenersi per mano con un coetaneo per rimanere incinte. Terrorismo psicologico per evitare la nascita di relazioni amorose promiscue.