Corea del Nord, sesto lancio da luglio: altri due missili in mare

corea del nord missili

Sei giorni fa la Corea del Nord effettuava il lancio di due nuovi missili. Oggi, venerdì 16 agosto, alcune fonti governative locali notificano un successivo lancio. Altri due missili partiti dalla costa occidentale del paese sono precipitati a largo del mare del Giappone. Dopo aver percorso circa 230 chilometri nel cielo, a un altezza massima pari a circa 30 chilometri, i missili sono spariti nelle acque del mare. Non è stato reso noto se si tratti di missili balistici.

Corea del Nord lancia missili

Dopo pochi giorni dal precedente lancio di due missili, la Corea del Nord effettua un altro test. Lo hanno reso noto i capi di Stato maggiore congiunti della Corea del Sud, forse preoccupati per la situazione. Kim ha sparato altri due missili (non si sa se balistici o meno) dalla costa occidentale dello Stato e li ha fatti precipitare a largo delle coste giapponesi. Secondo i militari, inoltre, il percorso seguito dai missili sarebbe di 230 chilometri a un’altezza massima di 30 chilometri dal suolo. Presso l’Ufficio del presidente sudcoreano Moon Jae-in si è tenuto un consiglio di sicurezza nazionale straordinario per discutere il lancio di “missili non meglio identificati”. Si tratterebbe, infatti, del sesto lancio di missili balistici o di proiettili di altra natura effettuato dallo scorso luglio da Pyongyang. Infine, potrebbe trattarsi di una risposta alle esercitazioni militari congiunte tra le forze militari statunitensi e quelle di Seul.