Corea, il Sud lotta contro il Covid-19 mentre il Nord lancia missili

I test

L’emergenza sanitaria causata dal coronavirus non ferma la Corea del Nord che lancia due missili a corto raggio verso il Mar del Giappone. A denunciare l’azione è Seul. Il lancio dovrebbe essere avvenuto alle 22:10 di sabato 28 marzo.

La Corea del Nord lancia due missili

Nonostante il Covid-19 la Corea del Nord continua le esercitazioni missilistiche. La Corea del Sud denuncia Pyongyang di aver lanciato due missili balistici nelle acque tra la penisola coreana e il Giappone sabato 28 marzo. Seul ha definito l’azione “molto inappropriata” rispetto alla situazione globale.

I vettori che la Corea del Nord avrebbe lanciato hanno coperto una gittata di 230 km e un’altitudine massima di circa 30 km. In una nota il Comando di stato maggiore sudcoreano ha scritto: “In una situazione in cui il mondo sta avendo difficoltà con la pandemia del Covid-19, si tratta di atti militari inappropriati“.

Se il lancio fosse confermato si tratterebbe del quarto nel mese di marzo. L’ultimo effettuato dalla Corea del Nord è stato il 21 marzo. In quel caso i missili balistici usati furono quelli a corto raggio “KN-24”. La Corea del Sud nel frattempo continua la guerra contro il coronavirus. La Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc) ha annunciato che i decessi sono aumentati a 152, mentre per quanto riguarda le infezioni importate sono salite a 412 segnando un totale di 9.583 casi complessivi.