Corea: la reazione di Seul, che fa decollare 80 aerei militari

La Corea del Sud ha fatto decollare circa 80 aerei militari, inclusi avanzati jet da combattimento F-35, dopo aver tracciato circa 180 voli di aerei da guerra all'interno del territorio nordcoreano in quella che sembrava essere una sfida di forza.

La mobilitazione degli aerei da guerra della Corea del Nord è arrivata in aggiunta al precedente lancio di circa 30 missili, tra cui un missile balistico intercontinentale.

Per Seul, gli aerei da guerra non si sono avvicinati particolarmente al confine.

朝鮮通信社/AP
AP Photo - 朝鮮通信社/AP

"È una grave provocazione - dice kim Jun-rak, portavoce congiunto dei capi di Stato maggiore sudcoreani - che mette a repentaglio la pace e la stabilità nella penisola coreana e nella comunità internazionale, e una chiara violazione delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell'ONU.

La condanniamo fermamente ed esortiamo a fermare immediatamente le provocazioni".

Nessuno degli aerei ha violato la linea virtuale di "azione tattica" dell'Esercito sudcoreano, che si trova da 20 a 50 chilometri a nord dei confini terrestri e marittimi della Corea ed è utilizzata a fini di monitoraggio per dare al Sud abbastanza tempo per rispondere a provocazioni o attacchi.