Coree riaprono canali comunicazione, Pyongyang spinge Seoul a sanare rapporti

·1 minuto per la lettura
Una bandiera della Corea del Nord sventola accanto al filo spinato all'ambasciata nordcoreana a Kuala Lumpur

di Hyonhee Shin

SEOUL (Reuters) - Le due Coree hanno ripristinato i loro canali di comunicazione, tagliati dal Nord diversi mesi fa, con Pyongyang che ha invitato Seoul ad aumentare gli sforzi per migliorare le relazioni tra le due nazioni, dopo aver criticato presunti doppi standard sullo sviluppo militare.

La scorsa settimana il leader nordcoreano Kim Jong Un ha espresso la sua disponibilità per il ripristino dei canali di comunicazione - tagliati dalla Corea del Nord a inizio agosto in protesta contro gli esercizi militare congiunti della Corea del Sud e degli Stati Uniti, pochi giorni dopo aver riaperto i canali per la prima volta in un anno.

Kcna, l'agenzia stampa ufficiale di Pyongyang, ha affermato che i contatti telefonici sarebbero stati ripristinati oggi alle ore 9,00, ore 2,00 di stanotte in Italia.

La Corea del Sud ha confermato il puntuale riavvio delle regolari comunicazioni due volte al giorno, attraverso canali di comunicazione militare e altri gestiti dal ministero dell'Unificazione, ad eccezione del canale della marina stabilito su un network internazionale per navi mercantili.

I canali di comunicazione sono un raro strumento per collegare le nazioni rivali, ma è poco chiaro se il loro ripristino agevolerà un significativo ritorno al tavolo delle trattative, con l'obiettivo di smantellare i programmi nucleari e missilistici nordcoreani in cambio della revoca delle sanzioni statunitensi.

Kcna ha richiesto a Seoul di adempiere ai propri "compiti" per rimediare ai tesi rapporti transfrontalieri, ripetendo le dichiarazioni di Kim Jong Un la scorsa settimana, nelle quali ha detto di aver deciso di ripristinare le linee telefoniche per aiutare a realizzare le speranze del popolo per una tregua e per la pace.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in redazione a Roma Stefano Bernabei, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli