Corinavirus, Ambasciata italiana a Pechino: evitare lo Hubei -3-

Red/Mos

Roma, 30 gen. (askanews) - Non si può escludere - segnala la sede diplomatica - che le autorità locali continuino ad adottare misure analoghe anche per aree limitrofe a Wuhan, per facilitare l'azione di contenimento del virus. Molti uffici pubblici rimarranno chiusi fino al 2 febbraio ed è possibile che la chiusura venga prorogata. Le autorità cinesi hanno inoltre posticipato la riapertura delle scuole e di alcuni campus universitari. Casi di infezione da coronavirus sono segnalati anche al di fuori della Cina. Il fenomeno è tuttora in evoluzione.

Nel quadro delle misure per contenere la diffusione del contagio da coronavirus nCOV-2010, il Ministero degli Esteri della Repubblica Popolare Cinese ha informato l'Ambasciata d'Italia a Pechino che la Municipalità di Wuhan ha attivato linee telefoniche di pubblica utilità per tutti i cittadini stranieri che si trovino in quella citta' o nelle zone limitrofe.(Segue)