Corinavirus, Fi: docenti siano per studenti come medici per cittadini -2-

Pol/Vlm

Roma, 10 mar. (askanews) - "Ma c'è qualcosa di più che in queste ore i docenti possono fare. Infatti, mentre dal Governo e dagli esperti arriva l'invito ai giovani a contenere la loro naturale esuberanza, in questo momento in cui sono tutti molto disorientati e si muovono in una surreale atmosfera di sospensione delle attività di socialità, di studio, professionali, i docenti, proprio come i nostri operatori sanitari, devono dimostrarsi più generosi di sempre e affiancare i giovani nelle giornate che trascorreranno a casa. Occorre fare di necessità virtu'. Il tempo "vuoto" diventi un tempo "pieno" di arricchimento culturale, di scoperta di nuovi modi di comunicazione e di studio, ma anche di riflessione personale su temi e problemi anche legati all'emergenza sanitaria che ci ha colpiti", continuano.

"Non lasciamo soli i ragazzi, non lasciamo sole le famiglie a gestire la straordinarietà negativa di un'emergenza. Nel tempo in cui viviamo si può rimanere lontani gli uni dagli altri, ma molto vicini, ancorché in modo virtuale, nella elaborazione di compiti, ma anche e soprattutto nelle relazioni umane che sole possono aiutarci a superare anche queste limitazioni delle nostre libertà. Forza docenti, questa può essere una grande opportunità per vivere con i vostri ragazzi l'avventura del sapere e farne un'esperienza unica, grazie a nome di tutta Forza Italia", concludono Aprea e Saccani Jotti.