Corona, botola in un controsoffitto creata nel settembre 2016

redazione web
Corona, botola in un controsoffitto creata nel settembre 2016

La botola nel controsoffitto di casa di Francesca Persi, dove la polizia ha trovato 1,7 milioni di euro in contanti, è stata realizzata nel settembre del 2016 e serviva per installare un sistema d'allarme. Lo hanno spiegato nel processo a carico della donna e di Fabrizio Corona gli artigiani incaricati di eseguire i lavori. Segno che il denaro, ritrovato dalla polizia l'8 settembre scorso, sarebbe stato messo nel controsoffitto anni prima, quando i lavori di ristrutturazione della casa sono stati realizzati, e non nel periodo in cui Corona aveva ottenuto l'affidamento in prova ai servizi sociali. Nel primo pomeriggio il processo è ripreso con la testimonianza di uno degli agenti che ha eseguito le perquisizioni a casa dell'assistente nell'ex fotografo dei vip e ha trovato il 'tesoretto' nascosto. "Abbiamo visto che il controsoffitto era rotto e stuccato in malo modo, lo abbiamo riaperto e abbiamo recuperato 15 plichi" che contenevano "banconote di diversi tagli, dai 500 a 59 euro", ha spiegato. 

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità