Corona, salta l'esibizione a Ostia: per il tribunale location "inopportuna"

Corona salta esibizione Ostia
Corona salta esibizione Ostia

Fabrizio Corona, da tempo in affidamento terapeutico, è tornato a fare serate in giro per l’Italia. Nelle ultime ore, però, si è visto cancellare l’esibizione in programma in uno chalet di Ostia perché il tribunale ha ritenuto “inappropriata” la location.

Corona: salta l’esibizione a Ostia

Nei giorni scorsi, Fabrizio Corona si sarebbe dovuto esibire ad Ostia, precisamente presso lo stabilimento balneare Kursaal. L’ex re dei paparazzi, da tempo in affidamento terapeutico ad una comunità, era stato autorizzato dal tribunale di Milano a presentarsi alla serata, ma  la polizia del commissariato Lido di Roma ha bloccato l’evento, inviando una segnalazione al tribunale di Sorveglianza di Milano. Quest’ultimo, dopo aver analizzato i fatti esposti dalle forze dell’ordine, ha annullato l’esibizione giudicando “inappropriata” la location.

Perchè la location di Ostia è inappropriata?

L’annullamento dell’esibizione ad Ostia non ha nulla a che fare con Corona. Le forze dell’ordine romane hanno deciso di bloccare l’evento perché il Kursaal non ha i permessi necessari per trasformarsi da chalet in discoteca. Non è la prima volta che la polizia del commissariato Lido di Roma intima al locale di stoppare le serate danzanti. Poco proma dell’inizio dell’estate, infatti, la prefettura e la questura della Capitale avevano notificato ai gestori del Kursaal il provvedimento di “cessazione di attività” per le serate danzanti.

Corona non si presenta ad Ostia, ma la colpa non è sua

Questa volta, Fabrizio Corona non ha nessuna colpa per la mancata esibizione ad Ostia. Il tribunale ha giudicato “inopportuna” la sua presenza al Kursaal, ma i motivi non sono da ricondurre alla sua persona. Nello chalet in questione, infatti, è concessa l’attività di stabilimento balneare, ma non quella di discoteca.