Coronavirus, è morto il sindaco di Ferriere Giovanni Malchiodi

Coronavirus, è morto il sindaco di Ferriere Giovanni Malchiodi

Il coronavirus è risultato fatale per un altro sindaco: è morto Giovanni Malchiodi, sindaco di Ferriere (Piacenza). L’uomo è deceduto nella mattinata di sabato 21 marzo. Il primo cittadino aveva 62 anni ed era stato ricoverato dopo aver constatato la positività al covid-19.

Lascia la comunità, la moglie e due figli. Lo stesso parroco di Ferriere gli aveva dedicato una preghiera speciale: “Il nostro pensiero e le nostre preghiere vanno a Giovanni Malchiodi che sta combattendo questo virus in ospedale. C’è una notizia che tutti noi aspettiamo ogni giorno: il suo miglioramento. Speriamo possa al più presto superare questo momento così difficile”. Purtroppo, le condizioni di Malchiodi si sono velocemente aggravate. Moltissimi i messaggi di cordoglio per il sindaco, amato e rispettato da tutti nella sua comunità.

Morto sindaco Melchiodi per coronavirus, i messaggi

Su facebook Matteo Rancan, consigliere regionale per la Lega Nord in Emilia Romagna, ha voluto ricordare il primo cittadino di Ferriere. “Questa brutta bestia oggi toglie a noi tutti il Sindaco di Ferriere Giannino Malchiodi. Ricorderemo sempre il tuo amore, la tua dedizione e il tuo lavoro per le nostre montagne. Un abbraccio sincero ai familiari e alla comunità di ferriere e della Valnure tutta”, ha scritto.

Anche Maurizio Gasparri, coordinatore del Dipartimento Enti Forza Italia, ha pubblicato un messaggio per ricordare Malchiodi. “Tra le tante vittime di questa strage causata dal Coronavirus, oggi apprendiamo anche della scomparsa di Giovanni Malchiodi, sindaco di Ferriere, esponente da lungo tempo di Forza Italia. Ancora una volta un amministratore locale colpito da questa terribile pandemia. Preghiamo per lui come per tutte le altre vittime di questa tragedia che sta colpendo il nostro Paese ed esprimiamo il cordoglio di tutto il nostro movimento ai familiari e alla comunità di Ferriere”, ha scritto Gasparri.