Coronavirus, 4 nuovi anestesisti firmano contratto con Asl Na1

Psc

Napoli, 24 mar. (askanews) - Quattro giovani anestesisti saranno destinati ai reparti Covid-19 di Napoli. Si è conclusa, facendo prevalere "il buon senso", la questione della mancata firma del contratto da parte dei medici che, in prima battuta, non avevano accettato di sottoscrivere il contratto perché avrebbero ritenuto lo stipendio troppo basso. "Ero certo che sarebbe andata così, per questo - ha detto il direttore dell'Asl Napoli1 Centro, Ciro Verdoliva - ho voluto incontrare gli anestesisti specializzandi che in un primo momento non avevano sottoscritto l'accettazione dell'immissione in servizio. Anche se il virus costringe a rapporti mediati dai mezzi tecnologici, come mail e comunicazioni scritte, guardandosi negli occhi si possono superare le incomprensioni". Verdoliva ridimensiona le polemiche e parla di episodio "più mediatico che reale". "Ho letto su questa vicenda di tutto e di più - ha aggiunto - anche una serie di considerazioni di sdegno che mi sono state attribuite. Non ho voluto alimentare le polemiche e rilasciare dichiarazioni, avevo già chiaro che avremmo potuto risolvere la cosa con un incontro". (segue)