Coronavirus: 5 milioni di residenti hanno lasciato Wuhan prima della quarantena

wuhan

Sono circa 5 milioni gli abitanti di Wuhan che hanno lasciato la città cinese prima che scattasse la quarantena. Secondo un rapporto, infatti, c’è stato un allontanamento di massa degli abitanti dal focolaio del Coronavirus, almeno fino a quando non è stato imposto il lockdown. Come riporta il South China Morning Post, il sindaco Zhou Xianwang ha riferito che sono circa 9 milioni le persone rimaste in città dopo il blocco di giovedì.

Coronavirus: 5 milioni di residenti non sono a Wuahn

Delle 2700 persone sotto osservazioni a Wuhan, i casi confermati sarebbero circa 1000. Il notiziario locale segnala che, a partire da domenica, in città ci sono stati 533 casi confermati. Nel frattempo, per cercare di frenare la diffusione del virus, il consiglio di stato cinese ha prolungato il periodo di vacanza fino al 2 febbraio (sarebbe dovuto terminare il 30 gennaio). Lo riporta la televisione di stato CCTV. Il consiglio ha anche sospeso le lezioni nelle scuole e università, che rimarranno chiuse fino a nuovo ordine da parte del ministero dell’istruzione.

Ma Xiaowei: lotta contro Coronavirus è complicata

Intanto Ma Xiaowei, capo della Commissione Sanitaria nazionale, ha dichiarato in una conferenza stampa che la lotta contro l’epidemia è complicata. Questo dopo aver scoperto che la trasmissione del Coronavirus può avvenire nel periodo di incubazione, che va da uno a quattordici giorni. “Ci sono segni che dimostrano che il virus sta diventando più trasmissibile. Questi “agenti contagiosi” che camminano [portatori nascosti] rendono molto più difficile il controllo dell’epidemia”, ha detto.