Coronavirus, 70 persone in quarantena a Sassari: c’è anche il sindaco

Coronavirus Sassari

Coronavirus, guarda la mappa in tempo reale

Continua l’emergenza sanitaria legata alla diffusione del coronavirus in tutta Italia, e le varie province prendono le precauzioni necessarie. Questa volta siamo a Sassari, in Sardegna, dove settanta persone sono state messe in quarantena.

Coronavirus, a Sassari 70 in quarantena

Con l’entrata in vigore del nuovo decreto che estende la zona rossa a tutta Italia tutti i comuni italiani sono tenuti a prendere le misure precauzionali per combattere il virus. Siamo in Sardegna, a Sassari, dove settanta persone sono state messe in quarantena dopo essere tornate da una crociera. Tra di loro anche il sindaco della città, Nanni Campus, che non ha registrato nessun sintomo. Una misura adottata a scopo precauzionale, dopo che un compagno di crociera del sindaco ha accusato forte febbre ed è stato trasferito agli Infettivi. Il sindaco infatti era tornato da una decina di giorni da una crociera ad Abu Dhabi e Dubai, alla quale aveva partecipato anche l’uomo che ora è agli Infettivi. Si attende l’esito del tampone. Anche alla moglie dell’uomo ricoverato è venuta la febbre, ed è tenuta sotto controllo nella sua abitazione. Da lì è partita la quarantena per tutti i compagni di viaggio, rientrati il 28 febbraio dalla crociera. La misura precauzionale è stata attuata per “sospetto contatto da sospetto contagio”.

Coronavirus in Sardegna

Nell’isola non si registra nessun focolaio, i casi di coronavirus presenti sono tutti importati. Il totale di contagi è di 34 persone, di cui solo due in gravi condizioni, ricoverate in terapia intensiva. Centinaia invece, le persone in quarantena, come ha reso noto l’assessore della Sanità Mario Nieddu: “Ad ogni contagio – ha spiegato – tutti i contatti riferibili vanno in quarantena”.