Coronavirus, Abcellera e Lilly studiano anticorpi terapeutici -2-

Cro-Mpd

Roma, 13 mar. (askanews) - "Abbiamo deciso di collaborare con AbCellera perché siamo colpiti dalla velocità e dalla qualità dei loro sforzi. Ci stiamo muovendo alla massima velocità per creare un trattamento che possa aiutare i pazienti. In genere un nuovo programma di terapie anticorpali richiede anni per entrare nella pratica clinica; il nostro obiettivo con AbCellera è quello di testare potenziali nuove terapie entro i prossimi quattro mesi", ha aggiunto Daniel Skovronsky, chief scientific officer and president of Lilly Research Laboratories.

Secondo i termini dell'accordo, AbCellera e Lilly si sono impegnate a condividere equamente i costi iniziali di sviluppo di un prodotto, dopodiché Lilly sarà responsabile di ulteriori sviluppi, produzione e distribuzione. In caso di successo, Lilly è pronta a lavorare con gli enti regolatori a livello globale per portare il trattamento ai pazienti.