Coronavirus, Agea (M5s): Ue contabile ha fallito e va riscritta

Pol-Afe

Roma, 13 mar. (askanews) - "L'Italia non deve essere lasciata sola. Appartenere all'Europa significa condividerne i principi, primo fra tutti quello della solidarietà non solamente sancito dai Trattati, ma anche imposto dal buon senso". Lo dichiara in un post sul Blog delle stelle Laura Agea (M5S), sottosegretario per gli affari europei, in seguito all'emergenza Coronavirus e alle dichiarazioni riguardanti lo spread rilasciate ieri dal Presidente della Bce, Christine Lagarde.

"L'Europa può e deve non solo concedere flessibilità - aggiunge la Agea - ma come stabilito dai Trattati può sospendere il Patto di Stabilità e Crescita permettendo così al nostro paese di scorporare gli investimenti per gestire questa crisi dal vincolo del rapporto Deficit/Pil. E poi c'è la Bce. Facciamo pure finta che ieri la signora Lagarde non abbia parlato, sforziamoci di credere che quell'assurdo teatrino non sia andato in onda. Il ruolo della Bce nel permetterci di affrontare l'emergenza sarebbe veramente indispensabile. Serve flessibilità anche per le regole della banca centrale, per permetterle di acquistare in modo diretto e asimmetrico titoli di debito in caso di calamità, escludendo quindi il fattore del 'capital key' che ha caratterizzato gli acquisti all'interno del quantitative easing".