Coronavirus, al confine della zona rossa tra check e necessità

Coronavirus, al confine della zona rossa tra check e necessità

Milano, 27 feb. (askanews) – Siamo al posto di blocco numero sei a Turano Lodigiano, nella cintura di contenimento della zona rossa in Lombardia, a due chilometri da Bertonico e Castiglion d’Adda. Qui la vita nei giorni dell’isolamento per via del contagio da coronavirus, trascorre tra i controlli metodici dell’esercito a chi vuole entrare o uscire dall’area e la necessaria riorganizzazione della routine quotidiana.

Per rifornire dei beni di prima necessità coloro che sono costretti all’interno della zona rossa c’è la rete familiare: i parenti si avvicinano al check point, scaricano le scorte sulla panchina della fermata del bus e si allontanano. Solo una volta allontanati quanti arrivano da fuori, chi è nella zona rossa può avvicinarsi per ritirare la spesa.