Coronavirus, al Senato ristorante con coperti 'a scacchiera'

webinfo@adnkronos.com

Dal contingentamento del tempo a quello dello spazio. A palazzo Madama all’epoca dell’emergenza coronavirus non è in questione quanto si impiega a tenere un intervento in aula ma in quanti si può accedere a aree comuni. In attesa i decisioni sull’emiciclo, i coperti nel ristorante dei senatori, sono già disposti a scacchiera con conseguente diminuzione dei posti. In buvette, inoltre, possono entrare contemporaneamente non più di 14 utenti, mentre al bar dei dipendenti il limite e di 10 utenti.