Coronavirus, Alitalia sospende voli da e per Israele

webinfo@adnkronos.com

Alitalia si starebbe apprestando a sospendere i voli da e per Israele dall'11 al 28 marzo a causa dell'epidemia di coronavirus e delle misure restrittive imposte dallo Stato ebraico, che ha stabilito un periodo di quarantena per chiunque provenga dal nostro Paese.  

Nei giorni scorsi, la compagnia italiana aveva già ridotto da 4 a uno i voli giornalieri. Le autorità di Israele hanno disposto il divieto di accesso a tutti i viaggiatori – ad eccezione dei cittadini israeliani – presenti in Italia nei 14 giorni precedenti l’ingresso o la richiesta di ingresso nel paese, inclusi i passeggeri in transito in Italia.  

Come si evidenzia nel sito di Alitalia i passeggeri coinvolti da questa disposizione, che sono costretti a rinunciare al viaggio per Israele, in possesso di biglietti Alitalia acquistati entro l’1 marzo 2020, potranno chiedere al Customer Centre Alitalia, entro e non oltre il 15 marzo 2020, un buono di importo pari al valore del biglietto acquistato o del suo valore residuo, valido per l’acquisto di altri biglietti verso qualsiasi destinazione operata da Alitalia, utilizzabili per viaggiare fino al 30 giugno 2020. 

Nel caso di rinuncia ad eventuali biglietti premio MilleMiglia con destinazione Israele, i passeggeri avranno diritto al solo riaccredito delle miglia. Quanto sopra, fatto salvo quanto previsto dalla normativa applicabile in materia diritti dei passeggeri.