Coronavirus, allarme da Londra: "Nuova variante circola più rapidamente"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Come annunciato lunedì scorso, il Regno Unito ha identificato una nuova variante di Covid-19, attraverso la sorveglianza genomica della Public Health England. E si ritiene ora che il nuovo ceppo possa circolare più velocemente, vista la rapida diffusione della variante, i dati che emergono da modelli preliminari e i tassi di incidenza in rapido aumento nel Sud-Est" dell'Inghilterra. A dichiararlo è stato Chris Whitty, Chief Medical Officer del Paese in una nota ufficiale diffusa oggi.

"Abbiamo allertato l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) - informa l'autorità sanitaria inglese - e stiamo continuando ad analizzare i dati disponibili per migliorare la nostra comprensione" dell'impatto di questa variante. In questo momento "non ci sono evidenze che suggeriscano che il nuovo ceppo causi un tasso di mortalità più elevato o che influisca sui vaccini e sui trattamenti - precisa l'esperto - sebbene sia in corso un lavoro urgente per confermarlo".

"Alla luce di questi ultimi sviluppi - conclude - è ora più vitale che mai che si continui ad agire per ridurre la trasmissione" del coronavirus Sars-CoV-2.