Coronavirus, alpini sistemano un ospedale dismesso a Noale (Ve)

·1 minuto per la lettura
Coronavirus, alpini sistemano un ospedale dismesso a Noale (Ve)
Coronavirus, alpini sistemano un ospedale dismesso a Noale (Ve)

Noale (Ve), 19 nov. (askanews) – Questo vecchio edificio dell’ospedale di Noale, nel Veneziano, era poco più di un rudere, ora è nuovamente operativo e funzionale, a disposizione dei pazienti colpiti da Covid-19, grazie all’opera dei volontari dell’Associazione nazionale alpini.

Su richiesta e d’intesa con la Regione Veneto, la Protezione Civile Alpina del 3° Raggruppamento ha rimesso in efficienza in pochi giorni un blocco ospedaliero, di cinque piani più il tetto, che era in disuso da una decina d’anni.

I 485 alpini coinvolti, provenienti da diverse città, hanno rimosso vecchi arredi, impianti e pannellature, sistemato serramenti e coperture e ripulito le facciate. Il primo piano è già operativo, mentre per gli altri si sta gradualmente provvedendo al completamento degli arredi: a regime ‘ edificio potrà ospitare 150 pazienti.