Coronavirus, Amadeus: “Ho paura, non mi vergogno a dirlo”

amadeus

Dopo il grande successo di Sanremo, sicuramente Amadeus non avrebbe mai immaginato di dover bloccare i suoi successivi programmi televisivi. In piena emergenza da Coronavirus, il popolare conduttore di casa Rai ha di fatto deciso di palesare tutti i suoi timori. Confidandosi dunque sulla quarantena forzata, l’ex DJ ha raccontato della sua apprensione per la figlia Alice che si trova in Spagna. Nel mentre, deve inoltre far fronte alla sofferta decisione di fermare le registrazioni dei Soliti Ignoti.

Questi dunque dunque alcuni degli argomenti toccati dal conduttore in una recente intervista. Al momento Amadeus si trova nella sua casa romana insieme alla moglie Giovanna Civitillo e al loro Josè. Come da lui stesso ammesso, l’artista è peraltro ipocondriaco: “Ho paura, non mi vergogno a dirlo. Ho dovuto anche bloccare le registrazioni de I Soliti Ignoti”. A onor del vero, nello studio del fortunato format preserale di Rai Uno sono molte le persone che vengono da fuori. “Penso che la semplice autocertificazione non sia sufficiente per garantire la tranquillità di tutto lo studio, me compreso”, ha sottolineato Amadeus. Per poi aggiungere che in una situazione del genere non c’è la necessità di andare avanti a ogni costo.

Amadeus preoccupato per la figlia

Sempre nel corso dell’intervista, come detto, Amadeus ha anche parlato della figlia Alice che si trova in Spagna. La giovane gli ha confermato che anche lì stanno chiudendo tutti i negozi, mentre “osservano quello che sta capitando a noi”. Ampio spazio è stato poi dato dal presentatore all’argomento relativo alla campagna di sensibilizzazione per prevenire il Covid-19, di cui è portavoce su Rai Uno. “Mi ha contattato il Ministero della Salute”, ha precisato ancora il diretto interessato, che si è subito detto disponibile. L’augurio è ovviamente quello di arrivare a convincere tutti che solo nel rispetto delle norme e delle regole possiamo uscire da questo incubo il prima possibile.