Coronavirus, Amendola: bene Bce a sostegno economia reale

red/Mgi

Roma, 19 mar. (askanews) - "È sicuramente un passo importante, noi l'abbiamo sempre detto che ad ogni costo l'Europa deve essere unita ed intervenire per gli effetti di questa pandemia. Come Governo italiano da febbraio chiedevamo che le misure di politica fiscale nazionale, le politiche a livello europeo insieme alla Bce fossero concordate". Lo ha detto a Sky TG24, il ministro per gli Affari Europei Vincenzo Amendola commentando il piano da 750 miliardi della Banca Centrale Europea per la pandemia di Coronavirus.

"Abbiamo chiesto e ottenuto che la Commissione scendesse in campo su flessibilità, aiuti di Stato, un fondo per combattere la pandemia e la Bce oggi è intervenuta con una misura che sostiene l'economia reale. Il problema che abbiamo oggi è quello di lottare contro la pandemia e fare in modo che l'economia reale, le imprese e il mondo del lavoro reggano l'urto di questa grave crisi". "La Commissione - ha continuato Amendola -, dopo le prime titubanze e ritardi, ha messo in campo tutto quello che c'era da fare. Addirittura ha messo sul tavolo anche la clausola Escape che rende il Patto di Stabilità non vigente per quest'anno".(Segue)