Coronavirus, anche psicologi al tavolo del Comune di Napoli

Psc

Napoli, 5 mar. (askanews) - L'Ordine degli Psicologi della Campania ha partecipato al tavolo del Comune di Napoli sull'emergenza per il Covid-19, convocato dal sindaco Luigi de Magistris. Con il presidente Armando Cozzuto, hanno preso parte alla riunione i rappresentanti delle altre professioni sanitarie, tra cui medici e farmacisti, personale del Servizio prevenzione delle Asl, dell'università e dell'Azienda ospedaliera dei Colli, che ha nell'ospedale Cotugno il centro di riferimento regionale per il coronavirus.

"Desidero innanzitutto rimarcare la decisione del sindaco de Magistris - ha spiegato Cozzuto - che ha ritenuto opportuno convocare gli psicologi a questo tavolo di confronto in una fase delicata per Napoli, la Campania e l'intero Paese. È un riconoscimento importante per la nostra categoria, che è a tutti gli effetti una professione sanitaria. Dagli interventi è emersa la volontà di lavorare insieme per una corretta comunicazione, che possa essere di supporto ai cittadini, oggi inondati da un enorme flusso di informazioni, con messaggi in alcuni casi discordanti.

Questo può generare confusione e attivare una serie di comportamenti irrazionali e compulsivi, che incidono negativamente su una macchina che sta già portando avanti un lavoro complesso ed eccezionale. Su questo aspetto gli psicologi faranno sicuramente la loro parte e saranno a disposizione di tutti gli enti istituzionali del territorio che ne chiederanno la collaborazione", ha continuato.