Coronavirus, Anelli richiede il passaggio di zona per la Puglia

·2 minuto per la lettura
Filippo Anelli
Filippo Anelli

Filippo Anelli, presidente dell’Ordine dei medici di Bari e della federazione nazionale degli Ordini dei medici, ha reso nota la seguente richiesta: “La Puglia diventi Regione rossa”. All’interno di una nota, Anelli sostiene: “Il virus continua a diffondersi a una velocità preoccupante in Puglia. L’assessore Lopalco chieda subito al governo di rendere la Puglia Regione rossa”. Gli ultimi dati della regione, aggiornati allo scorso 15 novembre, registrano un numero di casi positivi pari a 905.

Puglia, la richiesta dell’Ordine dei medici

Filippo Anelli ha chiesto che la Puglia divenga al più presto Regione rossa. Oltre 900 i nuovi positivi registrati in data 15 novembre: 207 nella provincia di BAT, 201 in provincia di Bari, 102 in provincia di Brindisi, 123 in provincia di Lecce, 121 in provincia di Foggia, 124 in provincia di Taranto, otto casi di residenti non noti e altri nove non residenti in provincia non nota. Sono stati 12 i decessi nella regione: due in provincia BAT, cinque in provincia di Bari, uno in provincia di Brindisi, uno in provincia di Taranto e tre in provincia di Foggia.

La preoccupazione di Anelli

Filippo Anelli ha fatto sapere: “Le restrizioni adottate non riescono ad arginare la diffusione del virus. Con questi ritmi di crescita rischiamo il collasso del sistema. Urge adottare subito misure più restrittive”. Del resto, come specificato dallo stesso presidente dell’Ordine dei medici: “Nell’ultima settimana cioè quella che è andata dal 9 al 15 novembre, ci sono stati 8.737 nuovi casi, con un incremento giornaliero medio di 1.248, contro i 7.075 nuovi casi e una media giornaliera di 1.011 della settimana precedente. Il totale dei ricoverati passa da 5.284 a 8.120, con un aumento di 2.836 pazienti in più; in terapia intensiva si va da 754 a 1.053, dunque 299 casi in più. Crescono anche i pazienti in isolamento domiciliare: sono saliti da 93.346 a 140.093 (+46.747)”.