Coronavirus: annullato salone Ginevra, in Cina calano i casi

Coronavirus: annullato salone Ginevra, in Cina calano i casi

Milano, 28 feb. (askanews) – Il Salone dell’auto di Ginevra è stato annullato, come tutti gli eventi in Svizzera con oltre mille partecipanti; e il quotidiano Tribune de Geneve mostra una cartina con i contagiati nel paese, tutti per contatti col Nord Italia.

La decisione presa in Svizzera è solo l’ultima precauzione in ordine di tempo, e con un peso specifico enorme, presa nel mondo per cercare di limitare il contagio da coronavirus, che dalla Cina agli Stati ha fatto il giro del mondo. Più di 80mila i contagiati, quasi 40mila i guariti, 2800 le vittime.

Dalla Cina arriva una buona notizia: è stato registrato il numero più basso di nuovi contagiati e di vittime da oltre un mese.

Primo caso nell’Africa subsahariana, in Nigeria, è un italiano che lavora a Lagos.

Una 60ina i casi negli Stati Uniti dove secondo Mike Pence, chiamato da Trump a gestire il caso coronavirus, “il rischio per i cittadini è basso”. È stato comunque predisposto l’isolamento per i primi casi ed è stata raccomandata precauzione nel caso di viaggi in Italia.

Queste immagini di strade semideserte arrivano da Daegu, epicentro del contagio in Corea del Sud, dove i casi di contagiati sono oltre 2.000.

A Singapore la messa si celebra online per evitare contatti fra i fedeli.

In Giappone sono state chiuse le scuole in tutto il Paese, fra la popolazione c’è stupore ma anche sollievo, nella convinzione che il governo stia facendo il meglio per fermare il virus. Anche Disneyland Tokyo ha serrato i cancelli per due settimane.