Coronavirus, Anzaldi(Iv): governo accolga richiesta Intesa

Red/Lsa

Roma, 7 mar. (askanews) - "Il Governo e il Parlamento inseriscano subito in uno dei decreti Coronavirus la richiesta di modifica normativa avanzata da Intesa Sanpaolo per poter effettuare donazioni allo Stato per fronteggiare l'emergenza. La prima banca italiana è pronta a donare 100 milioni di euro per rafforzare il sistema sanitario, ma ha bisogno di ridurre le lungaggini e vuole fare in modo che le sue donazioni vadano a interventi specifici prefissati, non vadano a finire nelle pastoie della burocrazia". Lo scrive su Facebook il deputato di Italia Viva Michele Anzaldi, segretario della commissione di Vigilanza Rai. "Credo sia doveroso raccogliere questa coraggiosa e generosa disponibilità - prosegue Anzaldi - avanzata dall'amministratore delegato Carlo Messina, anche perché se sarà ben gestita potrebbe indurre tante altre importanti realtà economiche e grandi aziende a fare lo stesso. Si metta in moto un meccanismo virtuoso. Il Governo valuti di mettere in campo un'operazione di sistema per chi, come Intesa, è pronta ad aiutare in maniera concreta chi subisce i danni dell'emergenza. Ad esempio, si potrebbe coinvolgere la Rai. Le imprese e le banche che aiutano - conclude Anzaldi - potrebbero ricevere in cambio anche un ritorno straordinario in termini di pubblicità, con il servizio pubblico che potrebbe sia dare spazi promozionali, sia mettere in risalto il ruolo delle aziende che si mettono al servizio dei cittadini".