Coronavirus, anziana cade a terra ma nessuno la soccorre

coronavirus a Treviso cade

A Treviso un’anziana cade per strada ma per paura del coronavirus nessuno la soccorre . La donna è rimasta a terra fino a quando non è stata aiutata da un’autista. Il coronavirus ha fermato anche la solidarietà.

Coronavirus, a Treviso cade ma nessuno l’aiuta

Un’anziana dopo essere scivolata a terra è rimasta al suolo senza ricevere l’aiuto di nessuno. Il motivo? il coronavirus. Nessuno per paura del contagio si è avvicinato. La testimonianza è arrivata direttamente dal soccorittore: un autista di linea che si è fermato per aiutarla. Gli altri cittadini, tra cui automobilisti e pedoni si limitavano a scansarla per proseguire per la loro strada.

La donna cerca il suo soccorritore

Il conducente del mezzo ha subito fermato l’autobus ed è sceso ad aiutare la donna a rialzarsi, accompagnandola sul marciapiede ed accertandosi che non avesse riportato fratture o danni. La malcapitata qualche ora dopo l’incidente ha contattato il centralino della questura per chiedere se fosse possibile rintracciare l’uomo per ringraziarlo personalmente.

L’indifferenza per il rispetto degli altri

La vicenda che ha interessato l’anziana di Treviso è una diretta espressione di un disagio da effetto-coronavirus. La paura del contagio è espressione di paura del prossimo. Indifferenza si, in tante espressioni: verso gli altri, ma anche verso le norme. Proprio rispetto alle norme istituite per il coronavirus sono tanti che ancora non rispettano la quarantena: centinaia gli illeciti registrati dal Viminale nei primi giorni di aprile. Più di 5mila multe per certificazioni false ed immotivate uscite per strada.