Coronavirus, appello dei pediatri del Lazio: "Non smettete di vaccinare i bambini"

webinfo@adnkronos.com

di Ilaria Floris 

"Abbiamo notato delle defezioni per quanto riguarda le vaccinazioni dei bambini: per questo vogliamo fare un appello per dire ai genitori di portare a fare le vaccinazioni i bambini che sono sani in questo momento". A lanciare l'appello all'Adnkronos è Teresa Rongai, segretaria della Federazione Italiana Medici Pediatri del Lazio e della provincia di Roma, che esprime preoccupazione per le tante defezioni di questi giorni causate dalla paura del Coronavirus. 

"Le vaccinazioni si attuano in luoghi sicuri, consultori, centri vaccinali, dove vengono rispettate in tutto le norme del Dpcm, la sanificazione degli ambienti, il distanziamento sociale, la sicurezza della non contagiosità dei luoghi -dice Rongai- "Proprio stamattina abbiamo ricevuto tante telefonate che ci chiedevano cosa fare, e vogliamo rassicurare: portateli tranquillamente".  

IL PROGETTO SOCIAL - Il segretario della Fimp coglie poi l'occasione per lanciare un'iniziativa della Federazione Lazio: il progetto social #noisiamoastudio #voirestateacasa. Si tratta di mini pillole video registrate dai pediatri di libera scelta che aderiscono alla Fimp Lazio con consigli utili per tutte le famiglie: dalla corretta alimentazione, all’importanza del rispetto delle regole; dalle vaccinazioni, a cosa far fare ai bimbi in queste giornate. 

"E’ fondamentale esserci sempre per i nostri genitori e per i nostri pazientini soprattutto in un momento difficile come quello che stiamo vivendo ora -afferma la Rongai- il progetto nasce proprio con questo intento, ovvero quello di non lasciare nessuno da solo ad affrontare questa grande sfida. Dalla prossima settimana avremo anche delle dirette Facebook all’interno delle quali i nostri pediatri potranno rispondere a tutte le domande". L’appuntamento è a partire da oggi sulla pagina Facebook di Fimp Lazio e di Fimp Roma e Provincia.